Grano Kamut


Il grano Khorasan (triticum turgidum)

Kamut® è un marchio registrato della società americana Kamut International che designa una varietà di grano duro. La denominazione ufficiale della cultivar è QK-77. Stando al marketing dei detentori del marchio, la varietà deriverebbe dall'Egitto. Il nome deriva da Ka’ moet che, nella lingua egizia antica, significava "anima della terra".
Coltivazione
Il frumento prodotto e venduto con il marchio Kamut viene coltivato con metodo biologico sotto licenza della Kamut International, esclusivamente nelle grandi pianure semi aride del Montana, dell'Alberta e del Saskatchewan. Solo queste regioni vengono al momento ritenute adatte dall'azienda, anche se questa non esclude un'espansione in altri continenti. Prove di coltivazione svoltesi in Egitto e Argentina sono state abbandonate a causa di difficoltà logistiche. In Europa, la Sicilia e la Puglia vengono indicate come le regioni a più alto potenziale.
Proprietà nutrizionali
Ha un chicco molto grande, da due a tre volte superiore a quello del grano comune, ed è ricchissimo di componenti uniche e preziose adatte a tutte le età, a partire dai ragazzi che in questo periodo hanno bisogno di un aiuto per lo sprint scolastico finale, fino alle persone più avanti negli anni che necessitano di una alimentazione particolarmente ricca di energia.
Questo antenato del grano duro possiede un elevato contenuto nutrizionale: ha dal 20 al 40% di proteine in più rispetto agli altri grani, un quantitativo più elevato di lipidi, vitamine e minerali in abbondanza, oltre ad un alto contenuto di selenio, che combatte i radicali liberi e, pertanto, favorisce il mantenimento della salute e del benessere fisico.

 

 

Pur essendo consigliato a chi è intollerante al frumento, non è indicato per le persone che soffrono di intolleranza al glutine, in quanto contiene un suo glutine.

Possiede un alto contenuto di selenio (variabile in base al terreno di coltura) che combinato alle vitamine E (abbondante nel frumento), A e C, favorisce lo smaltimento di radicali liberi, corresponsabili della genesi di molte malattie degenerative, fra cui l’aterosclerosi, il cancro e la sclerosi multipla.
Assunto a pranzo con un fumante piatto di pasta o utilizzato in farina per preparazioni casalinghe, è facilmente digeribile e costituisce un valido aiuto per tutte le età.
Dato l’alto tenore proteico e la buona qualità del glutine, si presta sia alla preparazione di paste alimentari, sia di prodotti da forno. È inoltre utilizzato per la preparazione di pilaf (piatti orientali simili ai risotti italiani), in aggiunta ad insalate e minestre; i chicchi germinati sono molto energetici.

SettimoLink